11 - 15 GIUGNO

L'indice italiano
Rispondi
Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

11 - 15 GIUGNO

Messaggio da BrunoN » sab giu 09, 2018 9:39 am

A poco più di 5 giorni dalle scadenze tecniche andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori sul mercato dei derivati, opzioni e future del nostro indice.
Innanzitutto osserviamo come si è mossa la volatilità implicita a scadenza misurata sul mercato delle opzioni a strike otm. Ricordo che questo indicatore ci serve per "tastare" il polso del mercato e individuare le aspettative future, Dai massimi del 29 maggio dove ha toccato il valore di 38%, siamo passati ai minimi del 1° giugno dove è stato toccato il 12%,, ed infine, nella giornata di ieri, è risalita di colpo al 29%.
Al contrario la volatilità storica a 30 gg è rimasta sotto quota 20 ed allo stesso modo la volatilità implicita a 30 gg. è scesa al 23%.
Questo ci fa capire che per i prossimi giorni i timori di movimenti sono piuttosto sentiti da parte del mercato.
In aiuto ci viene la funzione Montecarlo che, statisticamente, riesce a mostrarci, basandosi sul prezzo e volatilità implicita attuali, quali e dove sono le probabilità di movimento del mercato da oggi alla fine della prossima settimana.
Deviazione standard al ribasso viene prezzata a 20530, la deviazione standard al rialzo è prezzata a 22260 e le probabilità che il prezzo rimanga all'interno di questa area di prezzi sono intorno al 68%. Rotture al ribasso della deviazione standard sono prezzate al 13% e rotture al rialzo al 17%.


Sul mercato delle opzioni, oltre a segnalare l'ennesima giornata ribassista che ha fatto segnare, a quota 54116, l'ennesima chiusura di posizioni sul future ftsemib di altri 2000 contratti, segnaliamo che le put aperte a strike itm 23000 sono state chiuse probabilmente e nel frattempo la situazione è rimasta pressochè immutata.
Durante la settimana invece abbiamo assistito alla massiccia chiusura di 1600 put a strike 21000.
​A 21400 ci troviamo al 50% di put che possono diventare itm a scadenza, ma il grosso degli open interest si trova a 21000 ed in tutti i casi il crossover della funzione di ripartizione ci presente la zona di equilibrio sempre in area 22500 ed anche gli open interest totali rappresentano bene i supporti e le resistenze prezzati dal mercato. Comunque fino a che i prezzi scendono e gli open interest del future diminuiscono è preferibile tenere il delta leggermente negativo e soltanto se i prezzi iniziano a toccare gli strike ai lati della ripartizione, bisogna prestare attenzione a possibili accelerazioni.
montecarlo.JPG
montecarlo.JPG (88.74 KiB) Visto 767 volte
8giugno.JPG
8giugno.JPG (216.8 KiB) Visto 767 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 11 - 15 GIUGNO

Messaggio da BrunoN » mar giu 12, 2018 11:17 am

12 GIUGNO
11giugno.JPG
11giugno.JPG (74.11 KiB) Visto 733 volte
totlai.JPG
totlai.JPG (95.7 KiB) Visto 733 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 11 - 15 GIUGNO

Messaggio da BrunoN » mer giu 13, 2018 8:25 am

Meno parole e più immagini.
giugno12.JPG
giugno12.JPG (46.23 KiB) Visto 729 volte
luglio 12.JPG
luglio 12.JPG (54.14 KiB) Visto 729 volte
strategia di mercato.JPG
strategia di mercato.JPG (115.57 KiB) Visto 729 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 11 - 15 GIUGNO

Messaggio da BrunoN » ven giu 15, 2018 8:34 am

Come scritto nei post del 4 e 9 giugno scorsi il settlement del mese di giugno dovrebbe cadere esattamente in area 22500, ovvero nel cuore della figura di ripartizione del mercato delle opzioni che abbiamo giornalmente controllato.
Vediamo comunque cosa hanno combinato su Luglio e Settembre che è la terza scadenza future dell'anno e che quota circa 140 meno.

Sulle due scadenze forte movimentazione quasi esclusivamente di put a strike 19000 e 21000.

Guardando invece gli open interest totali si vede subito come su Luglio gli operatori si sono presi la maggior parte del rischio sul lato put ed al contrario, su Settembre è il lato call a farla da padrone.

Anche la ripartizione ci fa vedere che su luglio siamo centrati a 22000 e su settembre siamo 750 punti più in alto quasi in area 23000.
Quello che colpisce è la "verticalità" delle linee, ovvero passare dal 30% al 70% in termini di prezzi corrisponde a solo 1000 punti. In quel range c'è da aspettarsi forti movimenti dovuti alle ricoperture
14giugno.JPG
14giugno.JPG (70.97 KiB) Visto 719 volte
TOTALI.JPG
TOTALI.JPG (107.83 KiB) Visto 719 volte
ripartizione.JPG
ripartizione.JPG (127.88 KiB) Visto 719 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Rispondi