25 - 29 Giugno

L'indice italiano
Rispondi
Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

25 - 29 Giugno

Messaggio da BrunoN » mar giu 26, 2018 6:43 am

Dopo il ribasso di ieri e l'arrivo dei prezzi intorno ai 21300 andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori.
Innanzitutto c'è da ricordare come l'area di confort è tra 21500 e 23000, oltre quei livelli si passa, solo per la scadenza di settembre, ad oltre il 50% di opzioni che rischiano di diventare itm. Su Luglio ed Agosto si sono invece mantenuti piuttosto lontani ed il primo strike di put di un certo livello lo si trova a 20000.
Ed è infatti solo sul mese di Settembre che ci sono state movimentazioni di open interest sia delle opzioni che del future. Luglio ed Agosto sono state invece ignorate dagli opzionisti che hanno movimentato pochissimi contratti.
La rottura di area 21500, è avvenuta con circa 26mila volumi di scambio che, per la prima volta da almeno dieci giorni, ha provocato un aumento di open interest di un migliaio di contratti, passando da quota 43mila a quota 44mila.
Anche sul mercato delle opzioni, e solo sulla scadenza Settembre, c'è stato un aumento di ben 2057 contratti put sullo strike 20000.
Questi sono i primi indizi che i prezzi nei prossimi giorni difficilmente rimarrano fermi e di conseguenza la volatilità implicita e la volatilità storica potrebbe aumentare.
E' lecito pensare che, essendo in area di supporto, i prezzi potrebbero rimbalzare, ma, visto che sulle scadenze Luglio ed Agosto, non abbiamo livelli di put se non a 20500 e 20000, è consigliabile prestare la massima attenzione e, se direzionali, attendere conferme e non anticipare il mercato. Differente discorso invece per chi fa trading di volatilità con le opzioni e che dovrebbe già da oggi trovare buone occasioni di ingresso a mercato.
25 settembre.JPG
25 settembre.JPG (49.04 KiB) Visto 1196 volte
totali settembre.JPG
totali settembre.JPG (108.5 KiB) Visto 1196 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 25 - 29 Giugno

Messaggio da BrunoN » mer giu 27, 2018 7:33 am

A fronte di nuovi minimi e successivo rientro nel range della candela del giorno precedente con close a 21410 si assiste alla chiusura di 1179 contratti/open interest del future. Ricordo che il giorno precedente, con apertura in lap, erano entrati 1634 nuovi contratti, portando il numero totale al massimo di periodo a 44.743.
Sulle opzioni invece si assiste alla chiusura, sulla scadenza settembre, di 750 put a strike 22000 e 507 a strike 2000.
Sulla scadenza luglio da segnalare l'ingresso di ben 2757 put a 20500.
Le call si iniziano a vedere soltanto sulla scadenza agosto ed è paradossale che, in un mercato che sta scendendo dai massimi fatti nel mese di maggio, le call non abbiano seguito il trend con ingressi atm/otm sulle scadenze corte di luglio e settembre ma si trovino in gran quantità solo sulla scadenza trimestrale di settembre nei tre strike 23000, 24000 e 25000
26giugno.JPG
26giugno.JPG (95.46 KiB) Visto 1192 volte
volumi.JPG
volumi.JPG (141.6 KiB) Visto 1192 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 25 - 29 Giugno

Messaggio da BrunoN » gio giu 28, 2018 7:13 am

La giornata di ieri è stata piuttosto movimentata, ricca di volatilità e di spunti operativi.
Nella prima parte della giornata la rottura dei minimi e l'arrivo in area 21100 ha provocato la solita esplosione dei prezzi delle code grasse della chain delle opzioni e chi ha lavorato solo su quella ha potuto chiudere le posizioni già nel pomeriggio.
Successivamente i prezzi hanno preso la strada del rialzo andando a lambire la resistenza in area 21600 e chiudendo a 21395.
La cosa interessante è che gli operatori, a fronte di un buon numero di volumi di scambio, non hanno mantenuto le posizion futurei a mercato ma anzi, hanno chiuso anche un migliaio di contratti con i quali erano entrato due giorni fa. Anche la distribuzione, dapprima platicurtica, ha poi creato ben quattro aree di interesse, 21075 - 21190 - 21280 e 21470, dove presumibilmente sono stati smontati tutti i contratti aperti in giornata. E' stato praticamente un mercato in mano ai day trader, non supportato da ingressi di operatori che mantengono le posizioni.
Sul fronte opzioni balza sempre all'occhio, ormai da più giorni come, anche in caso di ribasso ed aumento di volatilità implicita, ovvero la mecca dell'opzionista, non si vedono ingressi sugli strike di call nelle scadenze Luglio ed Agosto, ma soltanto grandi numeri di put otm a strike 19000 e 20000.
Siamo comunque arrivati a ad un livello importante come segnalato qualche mese fa sulla pagina "Livelli di Interesse". Finora da questo livello sono partiti importanti rimbalzi, vedremo se anche questa volta sarà così oppure andremo a rompere definitivamente lo strike 21000 ed avremo come obiettivo una estensione di almeno 1300 punti fino ad arrivare in area 19700 passando prima per 20500.
https://swindletrading.weebly.com/analisi-operativa
27giugno.JPG
27giugno.JPG (102.02 KiB) Visto 1187 volte
chart.JPG
chart.JPG (213.4 KiB) Visto 1190 volte
Allegati
chart.JPG
chart.JPG (213.4 KiB) Visto 1190 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 25 - 29 Giugno

Messaggio da BrunoN » ven giu 29, 2018 7:35 am

Poco da segnalare se non che nell'area volumetrica 21300 sono rimasti a mercato un migliaio di open interest in più facendo salire la quota dei contratti a 43611.
Sul fronte opzioni quello che balza all'occhio è la grande chiusura sul mese di luglio di quasi 4000 put a strike 20000.
Nel frattempo la giornata di ieri, caratterizzata dall'alto vomma espresso dalle code grasse della chain delle opzioni con delta 0.1/ 0.2, ha permesso la messa a mercato di un ratio spread a credito di put sulla scadenza agosto nel rapporto 1 a 2 nonostante la distanza di 1000 punti fra comprate a 20500 e vendute a 19500.
28giugno.JPG
28giugno.JPG (86.38 KiB) Visto 1167 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 25 - 29 Giugno

Messaggio da BrunoN » ven giu 29, 2018 8:57 am

Algonappo ha modificato oggi 29 gennaio i precedenti livelli del 26 gennaio.

Vi ricordo che per livelli up e livelli down esistono due metodi di trading precisi e affidabili;
long strangle per i livelli up e ratio spread, ladder e short strangle per i livelli down.
All'interno si opera con i future intraday.
FIB IL.JPG
FIB IL.JPG (67.37 KiB) Visto 1165 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: 25 - 29 Giugno

Messaggio da BrunoN » sab giu 30, 2018 8:37 am

Dopo più di venti giorni di laterale nel quale i prezzi hanno oscillato tra 21000 e 22500 la situazione si presenta ancora con un nulla di fatto e l'invito alla prudenza è quantomai d'obbligo.
Gli open interest del future sono sempre +/-43000, ovvero lo stesso numero da quando si è chiuso il contratto Giugno,, un giorno salgono ed il giorno dopo scendono di poche unità. Chiaro segnale che gli operatori non stanno prendendo posizioni, nè al rialzo, nè al ribasso ma preferiscono aprire e chiudere i contratti in giornata senza rimanere overnight.
Sul lato opzioni, analizzando solo la scadenza prossima di Luglio e la movimentazione degli ultimi 10 giorni, balza subito all'occhio che le call non sono quasi state toccate, mentre sono state chiuse più di 9000 put a strike 19000 e 20000, salvo poi vedere nuove aperture, in questi ultimi giorni, di circa 3000 put a strike 20500.
I totali del mese di Luglio ci riportano comunque una situazione dominata esclusivamente dalle put, con un picco massimo di oltre 15mila pezzi sullo strike 20000. Nell'ottica speculativa di un operatore in opzioni la strategia messa in piedi è senza dubbio una posizione lateral rialzista, che trae vantaggio da un aumento o stabilità dei prezzi e da un conseguente calo di volatilità al passare del tempo.
Anche la funzione di ripartizione, in accordo con la parsimonia con cui vengono utilizzati i futures, ci conferma che a 21500 le put itm sono appena il 23% e prima di arrivare alla situazione da panico rappresentata dal 70% di put itm il prezzi devono perdere almeno 1500 punti.
Operativamente, a parte brevi entrate con il future intraday, ho aperto, quando i prezzi hanno toccato area 21100, un ratio spread di put a credito con rapporto di 1 long put 20500 e 2 short put 19500, cercando di approfittare del momento di piccolo panico che ha portato i prezzi delle put otm a gonfiarsi di volatilità.
Allegati
totluglio.JPG
totluglio.JPG (95.44 KiB) Visto 1139 volte
10giorniluglio.JPG
10giorniluglio.JPG (41.94 KiB) Visto 1139 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Rispondi