13 Maggio

L'indice italiano
Rispondi
Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

13 Maggio

Messaggio da BrunoN » dom mag 13, 2018 9:17 am

La settimana passata ci ha regalato un mercato che è rimasto all'interno di un range, in area massimi, tra i 24000 ed 23500 di prezzo future giugno. All'interno di questo range sono stati sviluppati buoni volumi di contrattazione con un picco massimo lunedì e giovedì di circa 33mila contratti, ed un picco minimo martedì e venerdì con circa 22mila contratti.
Andando nello specifico non passa inosservato che, a fronte di buoni sviluppi volumetrici, nelle aree di minimo, intorno a livelli di prezzo prossimi a 23500 si sono verificati aumenti consistenti di open interest sul future giugno che sono arrivati alla cifra record di 70.610 contratti rimasti dentro al mercato. Già questo ci dà la misura di quanta importanza riveste questa area per gli operatori e di come le visioni possano essere estremamente contrapposte.
oifuture.JPG
oifuture.JPG (56.02 KiB) Visto 425 volte
chart.JPG
chart.JPG (106.14 KiB) Visto 425 volte
Finalizzando l'analisi dei prezzi e dei volumi del future con l'analisi degli open interest del mercato delle opzioni relativametne alle scadenza Maggio e Giugno, non possiamo fare a meno di notare come, ad ogni ritracciamento, sono state rinforzate le posizione put dietro al prezzo a partire dal strike 22000 e 23500. Non sono state invece quasi toccate le call su nessuna di queste scadenze.
I prossimi grafici visualizzano la movimentazione effettuata nella sola giornata di venerdì e tutta la movimentazione effettuate nel corso dei cinque giorni della passata settimana.
11 maggio giugno.JPG
11 maggio giugno.JPG (89.5 KiB) Visto 425 volte
7 11 maggiogiugno.JPG
7 11 maggiogiugno.JPG (94.46 KiB) Visto 425 volte
La lettura della funzione di ripartizione ci riporta una situazione di mercato sbilanciata al rialzo dove le put sono evidentemente a copertura degli open interest del future chiamato a coprire le numerose call diventate Itm. Attualmente il mercato è ad un livello che, per le due scadenza Maggio e Giugno, è arrivato ad avere il 60/70% di call Itm.
La simulazione Montecarlo, in una serie di 50mila lanci casuali, prezza il 69% di probabilità, sulla scadenza del 18 maggio, che l'indice rimanga all'interno di 23500 / 24400. Prezza al 14% una rottura al ribasso sotto i 23500. Prezza al 16% una rottura al rialzo del 24400.
11maggioripartizione.JPG
11maggioripartizione.JPG (86 KiB) Visto 425 volte
montecarlo.JPG
montecarlo.JPG (87.55 KiB) Visto 425 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Rispondi