Settimana dal 14 al 18 Maggio

L'indice italiano
Rispondi
Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Settimana dal 14 al 18 Maggio

Messaggio da BrunoN » mar mag 15, 2018 7:39 am

Oggi nessuna immagine ma solo pochi numeri.
Open interest del future ancora in aumento e passano da 70610 a 72733.
Open interest delle opzioni veramente poco movimentati: sulla scadenza Maggio da segnalare la movimentazione sullo strike 24000 con soltanto 294 call e sulla scadenza Giugno la movimentazione sullo strike 21000 di 1953 put.
Con questi numeri è palese che qualcosa di grosso bolle in pentola, e l'area di prezzo 23500/24000 dove sono entrati tutti questi operatori con tutti questi contratti rappresenta un punto di svolta ed i primi che molleranno le posizioni faranno partire il più classico degli squeeze, o long o short.
"Panic sell e Short Squeeze"
"Il Panic Selling ha come incipit, tendenzialmente, la liquidazione dei propri asset da parte di grossi fondi istituzionali che genera un effetto domino come la liquidazione forzata di altrettanti asset da parte di fondi legati al benchmark, il rafforzamento delle posizioni da parte dei fondi short ed infine l'accodarsi dei traders retail. Questo flusso può generarsi in modo più o meno veloce ma non deve essere confuso con fenomeni più di carattere tecnico come i flash crash.

Dicasi Short Squeeze l'esatto contrario.
Quando a liquidare gli asset sono i fondi short, il mercato viene inevitabilmente inondato di richieste di acquisto a cui seguono gli acquisti dei fondi legati al benchmark e successivamente i traders retail.

In presenza di Panic Selling o Short Squeeze abbiamo una vendita o un acquisto indiscriminato e trasversale. Nel primo caso potremmo assistere a pesanti vendite apparentemente ingiustificate di titoli solidi o viceversa l'acquisto massivo anche di titoli tossici.

Un caso scuola. Se un fondo short si fosse posizionato al ribasso sull'intero settore bancario europeo, nel momento in cui decide di liquidare le proprie posizioni, dovrà necessariamente ricomprare tutti i titoli precedentemente venduti così da poter contabilizzarne i profitti.
I titoli in cui il posizionamento short era più marcato, probabilmente perché meno solidi tal punti di vista economico, saranno quelli che beneficeranno di più dell'effetto short squeeze quindi godranno di forti acquisti durante la liquidazione dei fondi di cui sopra.
Sia in caso di Panic Selling che di Short Squeeze possono essere innumerevoli le cause.
Prese di profitto, riassetto del posizionamento strategico, necessità di liquidità da parte dell'emittente, estinzione del fondo; sono tutti validi motivi.

Risulta difficile per un trader retail, in una posizione di asimmetria informativa importante, riuscire a captare le reali cause ma gli effetti di uno di questi due fenomeni possono essere individuati così da riuscire ad avere un'operatività che prenda in considerazione ciò che tendenzialmente avviene alla fine del flusso di liquidazione."

Fonte: jagerinvestment.com
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: Settimana dal 14 al 18 Maggio

Messaggio da BrunoN » mer mag 16, 2018 8:13 am

16 Maggio.

Anche la giornata di ieri conferma che il mercato si trova all'interno di una importante congestione di prezzi. Infatti area 23500 - 24000 sta raccogliendo l'interesse di tantissimi operatori con obiettivi contrapposti ed anche nella giornata di lunedì si sono incontrati nuovamente Denaro e Lettera per stabilire un nuovo record di open interest del future che è passato da 72mila ad oltre 76mila contratti rimasti a mercato in una giornata tutto sommato tranquilla. La conferma di relativa tranquillità ci arriva anche dalla volatilità implicita che è in calo su tutte le scadenze e dall'appiattimento della volatilità storica che su tutte le distanze 30 - 60 - 90.
Sul fronte opzioni invece si assiste ad una movimentazione di rollaggio di posizioni call su strike 24000/25000 chiuse sulle scadenze maggio e giugno e riaperte sulla lontana scadenza settembre. Chiaro segnale che gli operatori stanno cercando tempo e nel frattempo muovono in trend l'arma del future.
oifuture.JPG
oifuture.JPG (110.94 KiB) Visto 1025 volte
15maggio.JPG
15maggio.JPG (115.03 KiB) Visto 1025 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: Settimana dal 14 al 18 Maggio

Messaggio da BrunoN » gio mag 17, 2018 8:08 am

17 Maggio

Domani, 18 maggio, è giornata di chiusura del mese borsistico e con esso verranno messe in soffitta le Mibo Maggio.
Abbiamo visto che la funzione di ripartizione indicava come area neutra la zona tra 23500 e 24000. Ieri ilmercato, con un poderoso ribasso, si è portato esattamente all'interno dell'area di indifferenza.
Nonostante tutto gli open interest del future sono aumentati di altri 2000 contratti passando alla cifra totale di 78317 contratti a fronte di importanti scambi volumetrici, 53575 operazioni, fondamentali al movimento del mercato.
A livello volumetrico si è creato un importante cumulato tra 23300 e 23500, e proprio in quei 200 punti si sono verificati quasi tutti gli ingressi che hanno poi creato l'open interest del future. Sarà questa area da monitorare attentamente poichè la rottura al rialzo o al ribasso dei supporti e resistenze volumetriche, potrebbe nuovamente far partire un movimento direzionale
Sul fronte opzioni gli operatori hanno approfittato del ribasso per posizionare su maggio e giugno put e call a strike 24000 e su settembre apertura di call a strike 26000 con chiusura di call 24000.​
Francamente è un mercato difficile, aumenta l'open interest del future sia in caso di ribasso che in caso di rialzo, su ogni movimento vengono consolidate perlopiù le posizioni di put e quasi ignorate le call. Se dovessi sbilanciarmi in un pronostico sembra tutto pronto per un nuovo attacco e superamento dei massimi, ma i pronostici migliori sono quelli che si fanno dopo,. Nel frattempo mantengo la posizioni in long strangle con piccoli ma continui ingressi di future.
16maggio.JPG
16maggio.JPG (102.38 KiB) Visto 1007 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: Settimana dal 14 al 18 Maggio

Messaggio da BrunoN » ven mag 18, 2018 7:36 am

18 Maggio
Oggi è giornata di chiusure tecniche della scadenza Maggio sul mercato delle opzioni. Nel corso di questi ultimi giorni gli operatori sono riusciti a riportare i prezzi indice al di sotto dei 24000. Vi ricordo che al di sopra dei 24000 sarebbero scadute ITM almeno il 70% di opzioni call a mercato. Riuscire a tenere i prezzi in area 23800 permetterà di abbassare notevolmente il numero di call in perdita, ovvero dallo strike 23500 in basso.
Andiamo ad analizzare comunque come si è posizionato il mercato nella giornata di ieri.
A livelli di prezzo future è stata consolidata l'area di minimi tra 23270 e 23570. In questi 300 punti di range, nei due giorni passati, si sono cumulati una gran quantità di scambi che hanno prodotto un nuovo aumento di open interest facendo toccare ai contratti future Giugno la ragguardevole cifra di 79319. Dal grafico cumulato lo si vede molto bene.
chart17.JPG
chart17.JPG (258.15 KiB) Visto 998 volte

Sul lato opzioni c'è da segnalare la quasi totale assenza di operazioni sul lato Call, cosa piuttosto inusuale in un mercato che ha fatto nei giorni passati i massimi di periodo e poi ha perso di colpo più di 700 punti. Di contro si assiste al rollaggio e all'aumento di posizioni Put dalla scadenza Maggio alla scadenza Giugno: 3300 contratti sullo strike 22500 e 2100 sullo strike 21000..
Cercando di far tornare i conti sembra proprio che gli operatori, disinteressandosi delle call e lavorando put e future all'interno di questa area e rimanendoci in posizione come testimoniato dal notevole numero di contratti rimasti a mercato, credano più un aumento delle quotazioni che in una loro discesa. Comunque massima attenzione poichè il future è un arma di rapida movimentazione e i cambi improvvisi di scenario sono nella norma in mercato così conformato.
17maggio.JPG
17maggio.JPG (83.24 KiB) Visto 998 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Avatar utente
BrunoN
Autore
Autore
Messaggi: 141
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: Settimana dal 14 al 18 Maggio

Messaggio da BrunoN » ven mag 18, 2018 6:29 pm

Aggiornamento operativo.
Veloce aggiornamento della posizione.
Chiuse le due put comprate a strike 22500 pagate 116 punti e vendute a 320.
Questi 408 punti *2,5 vanno ad incrementare il consolidato della posizione.
Visto che area 23000 è comunque una area dove è possibile che si verifichino nuove accelerazione sono entrato in acquisto di due 2 put a strike 22000 pagandole 112 punti.
Sono così esposto con call 24000/06 al prezzo di 124 e put 22000/06 al prezzo di 212.
Nel frattempo ho longato un piccolo future al prezzo di 23.030 che chiuderò in tutti i casi a fine serata cercando di restare quanto più neutrale al mercato della prossima settimana.
atnow.JPG
atnow.JPG (98.75 KiB) Visto 987 volte
Chi vola vale, chi vale vola, chi non vola è un vile.

Rispondi