Avvio di ottava in rosso per l'S&P 500

Analisi tecnica sullo S&P500
Rispondi
claudiac
Autore
Autore
Messaggi: 71
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Avvio di ottava in rosso per l'S&P 500

Messaggio da claudiac » lun nov 12, 2018 10:20 pm

S&P 500 negativo in avvio di ottava. L’indice americano ha lasciato sul campo l’1,97% del suo valore, terminando gli scambi a quota 2726,22, sui livelli di apertura della scorsa ottava. Il tentativo di recupero dei corsi avviato tra martedì e mercoledì sembra dunque cancellato dai ripiegamenti delle ultime due sedute che aumentano il rischio di proseguimento della fase correttiva scaturita dal piccolo doppio massimo disegnato a ridosso dei record di settembre e inizio ottobre a 2940 circa. Conferme in questo senso verrebbero comunque solo al di sotto del supporto strategico a 2700 circa, minimo del 2 novembre e riferimento dalla elevata valenza psicologica. Sotto questo riferimento diverrebbe probabile l’affondo verso 2685 punti, base del gap rialzista del 31 ottobre, il cui cedimento comprometterebbe ulteriormente un quadro grafico già debole. Le speranze di recupero dipendono ora dalla capacità dei prezzi di reagire dai valori attuali e di superare la resistenza statica a 2815/2817 e quindi di riavvicinarsi a quota 2830.


Sp500_12112018.png
Sp500_12112018.png (7.14 KiB) Visto 663 volte

claudiac
Autore
Autore
Messaggi: 71
Iscritto il: lun mar 26, 2018 9:41 am

Re: Avvio di ottava in rosso per l'S&P 500

Messaggio da claudiac » gio nov 15, 2018 9:06 am

Analisi del 14 novembre 2018

S&P 500 chiude il gap e minaccia supporti critici

Giornata archiviata in territorio negativo quella di mercoledì per l’S&P 500, sceso dello 0,76% a quota 2701,58. Nonostante l’accelerazione al ribasso il quadro prospettico resta pressoché invariato per l’indice americano, che ieri è scivolato fino a quota 2685. L’indice si mantiene per il momento al di sopra di questi primi supporti di rilievo , base del gap rialzista del 31 ottobre, baluardo strategico che dovrà rimanere intatto per scongiurare un pericoloso deterioramento dello scenario futuro. Discese sotto questo riferimento potrebbero infatti impattare sulla struttura di fondo dell’indice, rischiando di ampliare la portata della correzione partita a inizio ottobre verso obiettivi negativi in area 2650, poi sui minimi di ottobre a 2600. Oltre 2750 punti le tensioni delle ultime sedute verrebbero ridimensionate riportando in auge lo scenario rialzista di brevissimo termine interrottosi alla fine della scorsa ottava verso obiettivi a 2800 punti, poi fino ai 2816.

Sp500_14112018.png
Sp500_14112018.png (8.29 KiB) Visto 659 volte

Rispondi